40 Verso variabili quantitative nel Gab

(Ultima modifica 20140306 ore 19:59)

Ancora, prima di riprendere e con l’obiettivo di interessare i lettori, illustriamo un percorso che sarà seguito per cercare di trasformare in quantitativo il modello qualitativo del GAB. Dopo questo articolo ed altri introduttivi, riprenderemo la trattazione sommaria interrotta.

B

Cliccare per ingrandire.

 Il Bambino, al momento della nascita, non ha in se stesso alcun Genitore e tanto meno alcun Adulto.

 Il Bambino ha un’energia pari a 300, che in futuro per una personalità normale, definiremo come 100 per il Genitore, 100 per l’Adulto e 100 per il Bambino. Avremo quindi, in teoria e salvo patologie, una osmosi di energia dal Bambino verso gli altri due stati dell’Io.

 Nel Bambino avremo anche un flusso energetico interno, soprattutto per aggiungere energia al Bambino Adattato, come abbiamo visto dalle letture precedenti: questo tuttavia avverrà in seguito.

 Il Genitore si presenta, come sappiamo, nel seguente modo:

G

Cliccare per ingrandire.

 Dal giorno della nascita, il Bambino comincia a cedere energia al Genitore, in modo che a processo concluso avremo 150 di energia per il  Bambino e 150 di energia per il Genitore.

Questo processo dovrebbe concludersi al nono mese di età, quando s’inizia il processo di accrescimento dell’Adulto.
Il caso teorico prevedrebbe, all’età di nove mesi, la seguente distribuzione di energia: 

Bambino Spontaneo 75
Bambino Creativo (Piccolo Professore) 75
Bambino Adattato (Sottomesso o Ribelle) 0

Totale del Bambino

150

Genitore Affettivo 75
Genitore Normativo 75

Totale del Genitore

150

Adulto (sta partendo ora) 0

Totale della persona

300

 

A questo punto s’inizia un processo che dovrebbe portare, al compimento del dodicesimo anno di età, alla seguente tabella teorica: 

Bambino Spontaneo 50
Bambino Creativo (Piccolo Professore) 50
Bambino Adattato (Sottomesso o Ribelle) 0

Totale del Bambino

100

Genitore Affettivo 50
Genitore Normativo 50

Totale del Genitore

100

Adulto 100

Totale della persona

300

 L’età di nove mesi è quella dove s’inizia (mediamente) la deambulazione e tale data dovrebbe dare il via alla formazione dell’Adulto.

 Da quel momento in poi s’inizia la migrazione dei flussi energetici verso l’Adulto. Si possono calcolare con delle elementari operazioni aritmetiche i flussi mensili di energia per il modello teorico. Questi sono molto importanti per il recupero di situazioni irregolari. Esemplifichiamo.

Per passare da 150 a 100, il Genitore e l’Adulto hanno 135 mesi per trasferire all’Adulto 50 unità di energia: sono quindi 50/135 = 0.37 unità al mese.

Per dare un’idea dell’utilità di quanto stiamo esponendo (ovviamente questo è solo un approccio introduttivo, non ancora approfondito), supponiamo che in questo momento ci sia un eccesso di energia pari a 10 nel Genitore Normativo, con relativa distribuzione del Bambino: 

Bambino Spontaneo 45
Bambino Creativo (Piccolo Professore) 45
Bambino Adattato (Sottomesso o Ribelle) 10

Totale del Bambino

100

Genitore Affettivo 40
Genitore Normativo 60

Totale del Genitore

100

Adulto 90

Totale della persona

290

 Per sistemare il flusso energetico, la terapia non dovrebbe durare meno di 10/0.37 = 27 mesi, questo perché la trasmigrazione di energia non dovrebbe essere prevista in quantità maggiore al flusso normale, pari a 0.37 al mese. Da notare alcune osservazioni:

  1. L’Adulto ha un’energia pari a BS+BC (Bambino Spontaneo + Bambino Creativo).
  2. Non potendo il Genitore superare 100, l’aumento del Genitore Normativo si traduce ipso facto in una diminuzione del Genitore Affettivo.
  3. Questo meccanismo comporta una diminuzione dell’energia a disposizione dell’Adulto (Adulto indebolito).
  4. Il punto precedente viene confermato dal fatto che una quantità di energia pari a 10 nel Bambino è in realtà un’energia dannosa per l’equilibrio della persona (Bambino Adattato)

 

Si tratta di osservazioni preliminari, ma dovrebbero essere una spiegazione sufficiente per chiarire il nostro obiettivo.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...