33 Nuova Repubblica: il GAB 07

level_general_short(Ultima modifica 20130803 ore 17:48)

A questo punto possiamo riassumere le varie caratteristiche che distinguono i vari stati dell’io.

 

1.   Genitore: il dominio dell’appreso

 A.   Il Genitore Normativo

 a.   comportamento generale: autoritario, moralizzatore…

 b.   attitudini fisiche: braccia incrociate, mento in avanti, fronte accigliata, dito accusatore, sguardo sospettoso…

 c.   voce: tono autoritario, sprezzante…

 d.   espressioni verbali: proverbi, frasi sentenziose, citazioni…

 e.   parole: fare questo è male – non lo dovevi fare – ricordati sempre – quant’è vero Iddio – idiota – malsano – anormale…

 f.   contenuti: tutte le regole di condotta e i valori della nostra società…

 g.   origine:  tutto quello che espone riguarda sempre fenomeni sociali o culturali

 h.   attitudini in rapporto a fatti e persone: approva riaffermando, disapprova sentenziando

 i.   monologhi interiori: a me piace l’ordine – bisogna rigare dritto ecc.. (forme di monologo positivo) ecco, mi sono sforzato di insegnare qualcosa e mi accorgo che non mi apprezzano (forma di monologo negativo)

 j.   vantaggi: trasmette tutta la cultura e le tradizioni favorendo l’inserimento della persona nel contesto sociale in cui vive.

 k.   inconvenienti: se è troppo rigido annienta tutto e tutti. Distrugge gli obiettivi del Bambino

 B.   Il Genitore Affettivo

 a.   comportamento generale: protegge (si deve fare così e se non lo fai te lo faccio io, perché ti amo)

 b.   attitudini fisiche: sguardo e atteggiamenti protettivi (sorride, incoraggia)

 c.   voce: tono caloroso

 d.   espressioni verbali: figlio mio, caro mio, fai attenzione, sii prudente…

 e.   parole: sicurezza, pericolo, protezione, bravo…

 f.   contenuti: come fare, le abitudini gustate piacevolmente…

 g.   origine: sempre sociale culturale

 h.   attitudini in rapporto ai fatti e alle persone: segni di incoraggiamento o compassione a seconda della situazione

 i.   monologhi interiori: mi piace occuparmi degli altri e provo tanta soddisfazione (forma di monologo positiva). Io faccio di tutto per aiutarli e mi prendono a pesci in faccia (forma di monologo negativo)

 j.   vantaggi: ogni individuo ha bisogno di permessi. Il Genitore Affettivo permette di sbagliare per consentire al Bambino di sperimentare.

 k.   inconvenienti: una generosità spietata può portare alla disperazione del Bambino, che si sente a disagio e non all’altezza degli altri, che han dovuto impegnarsi per non sbagliare (a lui era permesso sbagliare sempre).

 2.   Adulto:  il dominio del pensiero

 a.   comportamento generale: ascolta, riformula, riflette…

 b.   attitudini fisiche: posizione attenta, sguardo neutro

 c.   voce: distesa, chiara

 d.   espressioni verbali: mi sembra di aver capito che…

 e.   parole: è probabile che, cosa, dove, quando…

 f.   contenuti: fatti, idee, probabilità, metodi e analisi

 g.   origine: logica (l’Adulto si forma dai primi passi ai 12 anni)

 h.   attitudini in rapporto a fatti e persone: conoscenza o ignoranza, registra o non registra

 i.   monologhi interiori: mi sento sicuro. Quando prendo in mano un problema, se decido di risolverlo e ne ho i mezzi e il tempo sufficienti, prima o poi ne esco vincente. E` stupefacente come le cose mi sembrino diverse da quando ero bambino o da come le vedono gli altri (positivo). Vedo che qualunque cosa succeda sono freddo e distaccato. Accumulo dati su dati come una macchina, senza un motivo vero: probabilmente non so fare altro (negativo)

 j.   vantaggi: l’Adulto risiede nel neopallio e se funziona ha il senso della realtà

 k.   inconvenienti: è una macchina senza sentimenti ed emozioni e la sua energia dipende dal Bambino.

 3.   Bambino: il dominio dei sentimenti.

 A.   Il Bambino Spontaneo

 a.   comportamento generale: come un vero bambino (si diverte, applaude…)

 b.   attitudini fisiche: ama divertirsi, senza pudore fisico, salta, applaude, guarda direttamente, molto espressivo, balla, vive di sensazioni

 c.   voce: tono alto, spontaneo, parla in fretta, piange, ride

 d.   espressioni verbali: molto semplici, linguaggio onomatopeico

 e.   parole: fammi vedere… fammi toccare… (senza però approfondire), oh, oh, buono, cattivo, bello, brutto, op-là

 f.   contenuti: bisogni fisici, sensazioni, emozioni fondamentali

 g.   origine: biologica, è il primo stadio in senso assoluto di una persona

 h.   attitudini in rapporto a fatti e persone: non vale il fatto in sé ma sentire se c’è qualcosa di bello o di brutto

 i.   monologhi interiori: non esistono, ci sono solo sentimenti (piacere, gioia, desiderio, riso, allegria, estasi, sofferenza, tristezza, paura, collera, orrore, agonia)

 j.   vantaggi: sorgente di tutte le energie, la base della personalità. La sua soddisfazione è fondamentale per il progresso della persona

 k.   inconvenienti: è un “selvaggio”, qualunque cosa gli venga in mente la fa o la dice. Il prototipo del romantico di Rousseau.

 B.   Il Bambino Adattato, sia Sottomesso che Ribelle

 a.   comportamento generale: maniaco depressivo

 b.   attitudini fisiche: alza il dito, timido, tiene conto comunque degli altri anche nella ribellione, per esempio con abbigliamento volutamente provocatorio, è impacciato, fa l’innocente, fugge il contatto degli occhi o guarda con sottomissione come cercando un’approvazione del Genitore

 c.   voce: poco precisa, tono piagnucoloso, abbastanza ragionevole, borbottante

 d.   espressioni verbali: per piacere, saresti così gentile, non mi puoi obbligare, non hai il diritto, mi devi promettere, non è colpa mia, vorrei, si sarebbe dovuto, dovrebbero far qualcosa, ho fatto bene?

 e.   parole: colpevole, vergogna, timido

 f.   contenuti: sempre condizionati dall’educazione e sentimenti permessi (amore, odio, fierezza, vergogna, sottomissione, ribellione)

 g.   origine: socio-culturale

 h.   attitudini in rapporto a fatti e persone: può essere sottomesso o ribelle, sicuro sotto lo scudo del Genitore, insicuro non appena al di fuori dello scudo

 i.   monologhi interiori: rispettare le regole mi dà sicurezza (quando è contento) sono sempre una vittima (quando è scontento)

 j.   vantaggi: ottime relazioni sociali

 k.   inconvenienti: l’eccesso di sottomissione come l’eccesso di ribellione sono ugualmente nocivi alla persona. La prima porta all’indecisione, l’altra a una violenza auto-distruttiva. In definitiva, una vittima del mondo.

 C.   Il Bambino Creativo o Piccolo Professore

 a.   comportamento generale: lunatico, naviga col suo “radar” e intuisce e trova, come un cane da tartufi

b.   attitudini fisiche: sguardo brillante, occhio vivo, malizioso, affascinante, bruciante, si bilancia su una sedia, assorto da quanto sta facendo, fa domande con la testa inclinata, trattiene il respiro

 c.   voce: affascinante (conosce il suo fascino), investigatrice, mal articolata, quasi soffocata, manipolatrice, “antipatica ma simpatica”

 d.   espressioni verbali: fa “grandi” domande su questioni evidenti, su argomenti tabù, conia espressioni nuove, fa giochi di parole, suppone

 e.   parole: sistemo tutto io… fammi vedere, ho avuto un’idea, magia

 f.   contenuti: intuizioni, idee magiche, come manipolare la gente, come fare scherzi

 g.   origine: prelogica

 h.   attitudini in rapporto a fatti e a persone: o è interessato o si disinteressa; o si diverte o si annoia.

i. monologhi interiori: mi piace capire, cambiare persone, cambiare lavoro, conoscere, vedere cosa c’è dentro. Di solito la prima impressione è quella che conta. Mi piacciono i problemi insolubili: alla fine li risolvo…(positivo). La gente vuol farmi fare quello che non mi piace. Io cerco di adattarmi ma non mi diverto, sono così piatti e prevedibili, alfine… bene! troverò qualcuno che mi capirà come dico io

 j.   vantaggi: è il naturale collegamento fra il Bambino Spontaneo e l’Adulto

 k.   inconvenienti: se abbandona la tastiera che mette in moto l’Adulto ed agisce solo ad intuizioni, è probabile che tenda a risolvere i problemi  in modo inapplicabile alla realtà

 

Questa voce è stata pubblicata in GAB e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...