16 Sfera Economica: Turismo (5 su 6)

xEconomica xFlagTurismo

(Ultima modifica 20130608 ore 14:49)

Benché il Turismo possa essere fatto rientrare tra  i Servizi, si può anche farne una Suddivisione a se stante, come stiamo proponendo in questo scritto. Il Turismo, in particolare, sembra fatto apposta per il tipo di società che stiamo propugnando.

 La molla dell’interesse è forse la sola che possa spingere gli addetti a comportarsi in modo da incrementare le visite dei turisti: disponibilità spirituale, sorriso, buona accoglienza, preparazione e istruzione, per spiegare al turista le bellezze naturali del luogo, sono tutte doti che possono essere  rafforzate dall’interesse dell’addetto stesso. Non vogliamo qui dire che non esistano persone coscienziose che in ogni caso farebbero del loro meglio per accontentare il turista ma certo che un interesse diretto sarebbe la molla che fa diventare il Turismo un’attività primaria per importanza economica. Il Turismo non è solo ricettività, come quella alberghiera, ma può essere molto di più. Ecco perché presso la Suddivisione Turismo, oltre che il Consiglio Interno ed Esterno, esisterà un Consiglio Superiore per l’Aggiornamento Turistico.

Questo Consiglio organizzerà delle scuole speciali. Il personale addetto al Turismo, peraltro già formato, dovrà partecipare a queste scuole, almeno una settimana all’anno. In questa settimana verranno illustrate le novità del territorio e le principali novità dei paesi che invieranno i loro turisti, novità anche politiche. Tutto questo per fare in modo che il turista ritorni.

Presso la Suddivisione Attività Culturali esisterà inoltre una Sezione Statistica del Turismo la quale fornirà in continuazione, a tutti coloro che sono interessati, gli ultimi aggiornamenti.  Ovviamente, la Suddivisione Attività Culturali creerà dei seminari facoltativi per gli addetti al Turismo. La stessa cosa farà la Suddivisione Attività Artistiche. Esisteranno dei sistemi di riconoscimento, finanziari e di carriera, per cui gli addetti al Turismo avranno tutto l’interesse, al di là delle solite mance, a comportarsi nel modo migliore. Ad esempio, i migliori addetti potranno conseguire dei punteggi per poi poter diventare interpreti o guide.

Anche la Suddivisione Ambiente creerà dei seminari facoltativi e fornirà aggiornamenti continui sulle novità come sentieri, attrazioni naturali eccetera. Teniamo presente che tutte le Suddivisioni illustrate non saranno composte da dipendenti pubblici scarsamente motivati (salvo le debite eccezioni) ma da persone che a loro volta avranno delle soddisfazioni (di carriera ed economiche) se aiuteranno gli addetti al Turismo.

Insomma, la famosa frase dell’impiegato che dice “…ma chi me lo fa fare…” non dovrebbe più essere sentita. Ora l’impiegato in questione non ha tutti i torti a dirla, perché ben pochi sono coloro disposti ad impegnarsi senza avere un minimo di riconoscimento, di qualunque genere questo riconoscimento possa essere. Ci saranno anche degli obblighi indiretti a migliorarsi : qui, come in tutta la società in via di creazione, l’1% che si troverà nelle parti basse delle classifiche lascerà obbligatoriamente il posto a qualcuno con maggior buona volontà.

Teniamo presente inoltre che tutto il discorso sino ad ora esposto prevede una programmazione stringente: le persone apprezzano la programmazione, perché la stessa toglie dubbi e consente di valutare meglio il proprio futuro; cose che implicano un maggiore entusiasmo.  Il concetto delle cooperazioni internazionali tra tutte le Suddivisioni (di varî paesi) che si identificano sotto il vessillo del Turismo (coi ruderi di Aquileia) dovrebbe contribuire a fare in modo che il livello dell’umanità tutta sia spinto verso il progresso.  Se in un altro paese il Turismo non potrà essere sviluppato per questioni di arretratezza, questi scambi culturali potranno essere utili comunque a tutti, compreso a chi elargisce la conoscenza, perché non è detto che chi mette a disposizione di terzi le proprie esperienze  lo debba necessariamente fare gratuitamente.

La gente che viene dall’estero per visitare un paese turistico vive una particolare situazione di sogno, sia perché molte volte si tratta delle ferie agognate, sia perché altre soddisfazioni stanno per essere provate dal turista stesso, come l’approfondimento della cultura, della storia, dell’arte e della gastronomia. Cerchiamo di far felici queste persone. Sarà un vantaggio anche per la conoscenza reciproca dei popoli e per il progresso dell’umanità. 

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...