10 Sfera Statale: Difesa (4 su 5)

xStatale xFlagDifesa

(Ultima modifica 20130603 ore 15:28)

 La Difesa, come tutti i settori della Sfera Statale, non può decidere sul proprio Portafoglio: per le sue necessità, ribadiamo ancora una volta, le decisioni spettano alla Sfera Economica e alla Sfera delle Donazioni. Questo è l’unico modo per avere veramente lo Stato al servizio dei cittadini e non viceversa.

La Difesa essenzialmente è tale nei confronti dell’Estero, anche se si occupa di molte altre cose, tra le quali citiamo: Pompieri, Polizia, Carabinieri, Protezione Civile, Capitaneria, Guardia Costiera eccetera.

I doppioni del tipo Polizia – Carabinieri, creati per evitare posizioni egemoniche, non dovrebbero aver più senso di esistere, data la struttura della nuova Repubblica.  Inoltre, la parola Difesa va intesa in senso lato: protezione è infatti parimenti un tipo di difesa.

In pratica, la Difesa incorpora tutti coloro che siamo abituati a vedere in divisa.  La Guardia Fiscale (o di Finanza) benché faccia parte della Difesa, ha delle coordinazioni molto più forti con la Burocrazia, per ovvii motivi. Un dubbio potrebbe essere di inserire la Guardia Fiscale direttamente nella Burocrazia, ma dubbi di questo genere ce ne potranno sicuramente essere molti altri.

 L’unico corpo in divisa che non fa parte della Difesa sono le Guardie dell’Ambiente (Guardie Forestali), che, come vedremo, faranno parte della Sfera delle Donazioni.

Il personale della Difesa presta servizio tre settimane all’anno dai 25 ai 56 anni di età. Naturalmente a rotazione di periodo.

Come per tutte le diciannove Suddivisioni esistenti, esiste un Consiglio della Difesa Interno e un Consiglio della Difesa Esterno.

I criteri di nomina sono gli stessi della Burocrazia. 

I Consigli della Difesa sono molto importanti, perché avranno praticamente nei loro ranghi tutti i cittadini della Repubblica. Molto importante il Consiglio della Difesa Esterno che, ricordiamo, oltre ai compiti intuibili avrà anche quello importantissimo di creare rapporti con gli analoghi Consigli di Difesa Esterni di altri paesi. Per l’estero, esiste un particolare Corpo di Confine, il quale oltre che dei Confini stessi e del controllo degli esiliati fa parte delle missioni all’estero ed è in strettissimo contatto con la Diplomazia.

Anche il corpo Servizi Segreti della Repubblica, benché in stretto contatto con la Diplomazia, è controllato da una Direzione Servizi Segreti, nominata dai vertici della Difesa per il 20%, dalla Sfera Economica per il 30% e dalla Sfera delle Donazioni per il 50%. In caso di voto paritetico, verrà espresso il voto dal Presidente della Repubblica.

Le votazioni della Direzione Servizi Segreti non sono ovviamente palesi, sono tuttavia nominative e verbalizzate in due copie, una tenuta dal Presidente della Repubblica e una dai vertici della Sfera delle Donazioni.

Aggiungeremo altre considerazioni in futuro.

In una torta a mille foglie, stiamo vedendo la torta stessa da una prospettiva piuttosto distante: visioni più dettagliate possono essere date da specialisti di ciascuna materia.

L’importante, per ora, è condividere lo spirito di queste riflessioni.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...