07 Sfera Statale: Magistratura (2 su 5) Prima parte

xStatalexFlagMagistratura

(Ultima modifica 20130601 ore 18:41)

 Il primo contrassegno a sinistra è il simbolo della Sfera Statale, una delle tre sfere esistenti,  la quale è composta da cinque suddivisioni o dipartimenti. Il secondo contrassegno è il contrassegno della Magistratura (la nota bilancia della giustizia).

La Struttura Giudiziaria si compone di tre settori: Impiegati, Dirigenti e Magistrati (come vedremo, divisi in tre gerarchie). Questi ultimi, tranne che per il modo di essere eletti e per certi giudizi di merito ed efficienza, sono equiparati ai Dirigenti Giudiziari.

 Il Consiglio di Amministrazione Interno  è composto da 4 membri eletti da tutti i membri della Magistratura (impiegati), dirigenti e magistrati esclusi, anche se i membri eletti possono essere dirigenti e magistrati: in questo Consiglio, ogni anno un membro viene sostituito con un nuovo eletto che poi,  per altri 4 anni, non può essere rieletto. Terminata la mansione di consigliere, ritorna al suo lavoro pristino. A tale Consiglio si aggiunge un membro della Sfera delle Donazioni, designato dal Consiglio di Amministrazione Esterno dell’Istruzione. Tale membro dura 4 anni e non  può essere rieletto mai più.

 Il membro delle Donazioni inserito vota come tutti gli altri e ha il potere di veto provvisorio su alcuni argomenti prestabiliti dalla Legge: la questione impugnata tramite il veto sarà deferita al Consiglio Superiore Interno della Sfera Statale.

 Il Consiglio di Amministrazione Esterno è composto (come tutti) da quattro membri, due come sopra, uno designato dal Consiglio di Amministrazione Esterno della Sfera Economica e uno designato dal Consiglio di Amministrazione Esterno della Sfera delle Donazioni.

Prende le decisioni a maggioranza (tre su quattro).

Essenzialmente fornisce relazioni agli altri organi della Repubblica.

Non dimentichiamo che uno degli obiettivi prefissati è quello di scambiare informazioni con altre Suddivisioni Giudiziarie di altri paesi, in modo da mettere in comune le esperienze.

Si dovrebbe arrivare col tempo all’unificazione dei Sistemi Giudiziari dei vari paesi.

Oltre alle Leggi, nessuno può dare ordini ai membri della Magistratura e ai loro Consigli, in modo che nessun interesse possa ledere o rallentare l’evoluzione della Magistratura.

Il Consiglio di Amministrazione Interno deve licenziare ogni anno almeno l’1% degli impiegati e l’1% dei Magistrati, dell’1% dei Pubblici Accusatori e dell’1% dei Pubblici Difensori, non compensabili né cumulabili. (Vedere sotto la Tavola dei Giudici.)

In ogni e qualsiasi momento, un funzionario di controllo può proclamare la messa in stato di accusa di un dirigente, giusto un numero di reclami stabilito dalla Legge. Il dirigente o il magistrato in stato di accusa viene giudicato da una commissione paritetica composta da due dirigenti della Sfera Economica (designati tuttavia dall’Istruzione) e da due dirigenti della Sfera delle Donazioni (designati dalla Sfera delle Donazioni stessa).

In tutti i casi di giudizio negativo, viene revocato il patentino di dirigente giudiziario e l’interessato dovrà affrontare nuovi esami. Il magistrato non potrà affrontare nuovi esami: essendo una carica elettiva, come vedremo sotto, decade e basta. Se non per dolo o colpa grave, vivrà nel frattempo con l’aiuto della Sfera delle Donazioni, se non avrà perso la cittadinanza e se a suo insindacabile giudizio la Sfera delle Donazioni lo riterrà meritevole di aiuto. Ovviamente i particolari non possono essere tutti definiti in questo contesto.

Gli impiegati debbono avere una patente giudiziaria abilitativa e così pure i dirigenti e i magistrati. Inoltre devono aver mantenuto la cittadinanza. Per avere la cittadinanza bisogna essere in regola col servizio militare, che consta in tre settimane all’anno dai 25 ai 56 anni di età, sul sistema svizzero. Solo le persone con un certificato apposito (del Consiglio per il Servizio Militare appositamente creato presso la Sfera delle Donazioni) possono essere stati esentati ed esclusivamente per motivi di salute. Saranno pertanto molto pochi.

I dirigenti giudiziari e i magistrati debbono avere un ulteriore controllo se non hanno l’idoneità militare certificata. Inoltre tutti i dirigenti e i magistrati possono accedere a cariche direttive solo se in possesso di un certificato di tirocinio biennale presso enti designati, come agricoltori, meccanici eccetera.

Il ruolo di giudice è un ruolo dirigenziale: pertanto per la nomina ci vogliono i requisiti.

Lo stipendio viene commisurato al lavoro svolto e può essere quindi superiore alla Retribuzione di Base stabilita dalla Sfera delle Donazioni. Ovviamente tale stipendio può essere anche inferiore alla Retribuzione di Base per casi documentati. Chiunque può impugnare lo stipendio di chiunque altro. Le persone che presentano con frequenza stabilita dalla Legge delle impugnazioni pretestuose subiranno sanzioni prestabilite.

La Retribuzione di Base viene stabilita dalla Sfera delle Donazioni: nessuno può sindacare tale Retribuzione. Nessun stipendio, né per dirigenti, né per il Presidente della Repubblica, può, per nessun motivo, essere superiore a sette volte la Retribuzione di Base. Tutti questi princìpi ovviamente non sono validi solo per la Magistratura, bensì per tutta la Repubblica.

Per i Magistrati valgono delle regole particolari: fra tutti coloro che hanno la cittadinanza (servizio militare) e patenti adatte, vengono eletti i magistrati che restano in carica sette anni e non sono comunque rieleggibili. Ovviamente non ci sono cumuli di retribuzione e per la conservazione del lavoro precedente le decisioni vengono prese da un Comitato di Sfera Economica e Sfera delle Donazioni.

Gli elettori dei Magistrati sono tutti coloro che fanno parte come dirigenti della Sfera Economica e della Sfera delle Donazioni, oltre a tutti coloro che negli ultimi cinque anni hanno perso o vinto una causa civile, o sono stati assolti da un procedimento penale, a patto che siano in regola con la cittadinanza.

Il corpo dei Magistrati viene rinnovato per metà ogni 3 anni e mezzo.

Esiste una Tavola dei Giudici, tenuta dal Compartimento Attività Culturali (Statistiche) dove vengono annotati dei punteggi sull’efficienza dei singoli giudici, oltre alla moralità, naturalmente.

Questi punteggi sono rilevanti per l’1% dei giudici licenziati ogni anno. La Sfera Economica decide i criteri della Tavola tenuta dalle Attività Culturali.

Il Corpo dei Magistrati in realtà è suddiviso in tre gerarchie:

La gerarchia dei Giudici, di cui abbiamo già parlato come Magistrati.

La gerarchia della Pubblica Accusa, che ha un patentino diverso da quello di Giudice e dura in carica 10 anni e mezzo, con rinnovamento di un terzo ogni tre anni e mezzo. Vengono nominati dalla Sfera Economica.

La gerarchia della Pubblica Difesa (avvocati d’Ufficio), che ha un patentino diverso da quello di Giudice e dura in carica 10 anni e mezzo, con rinnovamento ogni tre anni e mezzo per un terzo. La Pubblica Difesa è nominata da un Comitato Paritetico tra Attività Culturali e Attività Morali e di Beneficenza con le stesse cadenze di tempo.

 

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...