06 Sfera Statale: Burocrazia (1 su 5)

xStatale

xFlagBurocrazia

(Ultima modifica 20130603 ore 15:08)

Il primo contrassegno a sinistra è il simbolo della Sfera Statale, una delle tre sfere esistenti,  la quale è composta da cinque suddivisioni o dipartimenti. Il secondo contrassegno è il contrassegno della Burocrazia (una mano che scrive). 

La Burocrazia, come tutte le diciannove suddivisioni esistenti (relative alle tre Sfere) ha un Consiglio di Amministrazione Interno e un Consiglio di Amministrazione Esterno.

 

Tutti i Consigli di Amministrazione Interni  sono composti da 4 membri eletti da tutti i membri della Burocrazia, dirigenti esclusi, anche se i membri eletti possono essere dirigenti: in questo Consiglio, ogni anno un membro viene sostituito con un nuovo eletto che poi, per altri 4 anni, non può essere rieletto. Terminata la mansione di consigliere, ritorna al suo lavoro pristino. A tale Consiglio si aggiunge un membro della Magistratura designato dal Consiglio di Amministrazione Esterno della Magistratura. Tale membro dura 4 anni e non  può essere rieletto mai più.

 Il Magistrato inserito vota come tutti gli altri e ha il potere di veto provvisorio su alcuni argomenti prestabiliti dalla Legge: la questione impugnata tramite il veto sarà deferita al Consiglio Superiore Interno della Sfera Statale.

 Quando si parla di Legge ci si riferisce al Parlamento, come vedremo.

 Il Consiglio di Amministrazione Esterno è composto (come tutti) da quattro membri, due come sopra, uno designato dal Consiglio di Amministrazione Esterno della Sfera Economica e uno designato dal Consiglio di Amministrazione Esterno della Sfera delle Donazioni.

Prende le decisioni a maggioranza (tre su quattro). Essenzialmente fornisce relazioni agli altri organi della Repubblica.

I Consigli Esterni tengono le relazioni con l’esterno, per l’appunto. Non dimentichiamo che uno degli obiettivi prefissati è quello di scambiare informazioni con altre Suddivisioni Burocratiche di altri paesi, in modo da mettere in comune le esperienze.

Uno dei sogni è quello che in futuro ci siano al mondo 19 bandiere in tutto, come le diciannove suddivisioni di cui stiamo parlando.

Si dovrebbe arrivare col tempo all’unificazione dei sistemi burocratici.  Ma andiamo per gradi.

Oltre alle Leggi, nessuno può dare ordini ai Burocrati e ai loro Consigli, in modo che nessun interesse possa ledere o rallentare l’evoluzione della Burocrazia.

Il Consiglio di Amministrazione Interno deve licenziare ogni anno almeno l’1% degli impiegati.

In ogni e qualsiasi momento, un funzionario di controllo può proclamare la messa in stato di accusa di un dirigente, giusto un numero di reclami stabilito dalla Legge. Il dirigente in stato di accusa viene giudicato da una commissione paritetica composta da due magistrati (designati tuttavia dalla Sfera Economica) e da due dirigenti della Sfera delle Donazioni (designati dalla Sfera delle Donazioni).

In tutti i casi di giudizio negativo, viene revocato il patentino di burocrate e/o di dirigente burocrate e l’interessato dovrà affrontare nuovi esami. Se non per dolo o colpa grave, vivrà nel frattempo con l’aiuto della Sfera delle Donazioni, se non avrà perso la cittadinanza e se a suo insindacabile giudizio la Sfera delle Donazioni lo riterrà meritevole di aiuto. Ovviamente i particolari non possono essere tutti definiti in questo contesto.

Come per tutte le diciannove suddivisioni, gli impiegati debbono avere una patente burocratica abilitativa e così pure i dirigenti. Inoltre devono aver mantenuto la cittadinanza. Per avere la cittadinanza bisogna essere in regola col servizio militare, che consta in tre settimane all’anno dai 25 ai 56 anni di età, sul sistema svizzero. Solo le persone con un certificato apposito (del Consiglio per il Servizio Militare appositamente creato presso la Sfera delle Donazioni) possono essere stati esentati ed esclusivamente per motivi di salute. Saranno pertanto molto pochi. Per questi argomenti, i Consiglieri della Sfera delle Donazioni possono essere messi in stato di accusa dai Consigli della Difesa e da qualunque altro Consiglio che ne abbia interesse documentato.

I dirigenti burocrati debbono avere un ulteriore controllo se non hanno l’idoneità militare certificata. Inoltre tutti i dirigenti, non solo quelli della Burocrazia, possono accedere a cariche direttive solo se in possesso di un certificato di tirocinio biennale presso enti designati, come agricoltori, meccanici eccetera. In buona sostanza il dirigente, oltre al servizio militare e alla patente di possibile dirigente, deve avere svolto due anni di lavori manuali. Le liste di dove si debbano svolgere i lavori manuali sono preparate dal Consiglio Liste Tirocinio Manuale appositamente create presso la Sfera delle Donazioni.

Lo stipendio viene commisurato al lavoro svolto e può essere quindi superiore alla Retribuzione di Base stabilita dalla Sfera delle Donazioni. Ovviamente tale stipendio può essere  anche inferiore alla Retribuzione di Base per casi documentati. Chiunque può impugnare lo stipendio di chiunque altro. Le persone che presentano con frequenza stabilita dalla Legge delle impugnazioni pretestuose subiranno sanzioni prestabilite.

La Retribuzione di Base viene stabilita dalla Sfera delle Donazioni: nessuno può sindacare tale Retribuzione. Nessun stipendio, né per dirigenti, né per il Presidente della Repubblica, può, per nessun motivo, essere superiore a sette volte la Retribuzione di Base. Tutti questi princìpi ovviamente non sono validi solo per la Burocrazia, bensì per tutta la Repubblica.

Aggiunta del 20130603 alle ore 14:55

Un’area trans-nazionale denominata Alto-Adriatico è stata creata recentemente: vi fanno parte il Veneto, Il Friuli Venezia-Giulia, Stiria e Carinzia austriache e inoltre alcune zone viciniori della Slovenia e della Croazia.

Questa è la conferma che gli stati attuali si sono formati con criteri diversi da queste aree di aggregazione economica. Ad esempio, l’economia del Nord-Italia non ha collegamenti reali con l’economia del Sud-Italia.

Se quello che conta sono gli interessi economici, le associazioni si regoleranno spontaneamente e cambieranno senza rimpianti quando gli interessi economici a loro volta dovessero cambiare. In questi processi, l’utilità statale è dannosa.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...