04 La fede tradita (quarta parte)

Prima di proseguire, vorrei chiarire alcuni punti circa la scuola: ho ricevuto alcune email che mi chiedono chiarimenti.

 Consideriamo di nuovo l’esempio del doppio bilancio, uno secondo il Codice Civile e uno seguendo le direttive fiscali.

 Ci si dimentica che lo Stato è costruito degli uomini per essere utile agli uomini. Questo forse non è mai ricordato abbastanza. Siamo invece nella situazione opposta: lo Stato prevarica.

 Il doppio bilancio è immorale e quanto meno lo si dovrebbe dichiarare ad alta voce: inoltre gli esponenti e i notabili della comunità tutta, dotati di un minimo di etica, dovrebbero trovare una soluzione agli innumerevoli problemi come questo.

 Gli insegnanti, a loro volta, dovrebbero additare agli studenti il fatto che tale situazione è intollerabile, sia da un punto di vista etico che da un punto di vista di efficienza economica.

 Da situazioni come quella del doppio bilancio si generano delle logiche distruttive e perverse.

 Chiaramente, il politico che non ha rimosso tale aberrazione dimostra che:

 

  1. Non ha interesse a rimuovere tale doppio bilancio perché vuole che rimanga il bilancio fiscale per oscuri motivi suoi (ma non troppo oscuri) e non ha il coraggio di togliere la contraddizione nel Codice Civile. Vuole che le cose restino così.
  2. Ostacolerà chiunque cerchi di evidenziare questo problema ed altri analoghi. Queste cose devono andare nel dimenticatoio.

 Chiaramente, circa la questione esposta, gli insegnanti saranno indotti a raccontare delle bugie per non subire ostracismi di qualche tipo.

 La prima conseguenza, ripetiamo, è che i migliori insegnanti se ne andranno e resteranno i peggiori.

 Questa non è una situazione che può far evolvere in meglio una comunità.

 Dobbiamo pensare in modo nuovo e renderci conto che difficilissimamente usciremo da queste situazioni con delle modifiche: ne usciremo solo cambiando i princìpi sui cui si fonda la nostra società.

 Prima di tutto, niente leggi o regolamenti auto-contraddicentisi.

 I prossimi posts riguarderanno dei ragionamenti di questo genere. 

 Dobbiamo pensare in modo nuovo e renderci conto che difficilissimamente usciremo da queste situazioni con delle modifiche: ne usciremo solo cambiando i princìpi sui cui si fonda la nostra società.

 Prima di tutto, niente leggi o regolamenti auto-contraddicentisi.

 I prossimi posts riguarderanno ragionamenti di questo genere. 

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...